Storia di un abito da sposa

23 Set

sposa3.jpg

Il 6 Agosto 2016 è una data che resterà impressa e tatuata nel mio cuore e nella mia mente per sempre. In questa data infatti è avvenuto il mio matrimonio con Davide, mio marito. Un giorno tanto atteso e che ci ha riempiti di gioia, euforia, adrenalina. Un giorno per il quale bisogna pensare e provvedere anche ai più piccoli dettagli perchè il tutto sia perfetto e faccia restare nella memoria di tutti, sposi e invitati, questo momento come ricordo indelebile.

sposa6

Si comincia già molti mesi prima a pensare a come organizzare il tutto, dove andare, cosa fare, come intrattenere gli invitati, a quali fiori scegliere. Si comincia molti mesi prima a decidere e valutare quale sarà l’abito di quel giorno da favola. Così è stato anche per me: sfogliavo riviste, surfavo su internet… mi immaginavo in bianco, in rosa, in azzurro… in lungo, svasato, a sirena, effetto bomboniera… ma non  ritrovavo mai me stessa in nessuna possibile opzione.

sposa14

Finchè, per caso, un bel giorno incappai in un semplice abitino a crochet. Un po’ stile boho/chic, con richiami hippies. Total white. Il pattern per la realizzazione l’ho acquistai in inglese, e ovviamente durante la lavorazione lo adattai al mio fisico e feci varie modifiche, tra cui la scollatura e la lunghezza, oltre alla lunga allacciatura di bottoncini che aggiunsi sulla schiena.

Trovato il filato adatto ho subito iniziato nella lavorazione delle piastrelle: tante rotonde e tantissime, piccole, piastrelline quadrate. Il tutto in un rebus di incastri che ha dato pian piano vita al mio ABITO DA SPOSA.

sposa8

sposa1

Dopo un paio di righe di piastrelle, ho voluto subito creare il bordo inferiore dell’abito in modo che, provandolo, potessi calcolare la giusta lunghezza del vestito stesso.

sposa19

Ho utilizzato la lavorazione della gonna con un uncinetto un po’ più spessorato fino al punto vita, dopodichè sono dovuta passare ad un più sottile uncino, in modo da creare la sciancratura giusta.

La parte senz’altro più complicata è stata quella della scollatura e della sagomatura dei girimanica: ad ogni piastrella unita, necessitava una prova indossata, per verificare che tutto scorresse nel modo giusto!

In ogni caso, anche la manica assunse pian piano la forma desiderata. Sul bordo riporta lo stesso motivo finale della gonna, più breve. Sotto la manica le piastrelle sono unite da una rete di punti all’uncinetto: l’ideale per una giornata di agosto!

In contemporanea all’uso di un uncinetto più sottile dal punto vita in su, proprio da questo punto, sul retro del vestito, ho dovuto iniziare una lavorazione diversa a quella circolare della gonna. Ho infatti voluto creare una lunga apertura dove sarebbero in seguito stati posizionati tanti piccoli bottoni, ricoperti con lo stesso raso di seta utilizzato per foderare l’abito. Inoltre, a composizione finita, il vestito è stato interamente bordato da piccoli ventaglietti su scollo e apertura posteriore, con relativa composizione degli occhielli.

E’ stata una grandissima soddisfazione per me l’aver realizzato il mio abito per questa importante giornata. E grande è stata la felicità nel vedere che ogni misura, accuratamente presa, mi ha calzato alla perfezione!

sposa5

Il nostro fiore è stato il GIRASOLE, unito a velo da sposa e Lisanthius Bianco. Lo stesso scelto per l’acconciatura: una lunga treccia laterale, in stile seventies con l’abito.

Una giornata indimenticabile, in cui due cuori, i nostri cuori, si sono uniti per l’eternità.

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: